Riparazione di scaffali pluricertificata

La nostra procedura di riparazione brevettata e adatta a tutti i sistemi di scaffali aperti è stata sottoposta ai test di qualità dei più importanti istituti di prova, che ha superato con successo. Tutti i lavori e le riparazioni eseguiti da ROS su scaffalature e scaffalature a grandi altezze dei vari fabbricanti sono assicurati.

Per ulteriori informazioni, puoi contattarci al 0521-1564795

Certificazione DEKRA

Durante le attività operative, in particolare, i supporti delle scaffalature sono esposti al rischio di venire deformati dall’impatto dei carichi. Questo rende necessari interventi di sostituzione o riparazione. ROS Italia propone una procedura per la riparazione dei supporti che utilizza una classificazione dei danni in tre gradi di rischio: rosso, arancione e verde. In caso di danni di grado arancione e verde, generalmente la riparazione ROS può essere eseguita senza dover svuotare lo scaffale. In caso di danni con grado di rischio rosso, la norma UNI EN 15635-15629 prescrive lo svuotamento immediato dello scaffale. È possibile riparare anche supporti danneggiati più volte o in maniera ripetuta.

Si evita nella massima misura possibile l’interruzione delle attività operative.

In conformità alla norma UNI EN 15635, nel laboratorio di prova di Dekra si è proceduto più volte a deformare campioni, raddrizzarli con la procedura ROS e determinarne infine la capacità di carico. Al microscopio elettronico a scansione si è determinato con quale livello di carico o con quale ciclo di carico si sono verificate crepe nel materiale.

Si è constatato che i supporti testati, dopo essere stati sottoposti a ben due processi di riparazione con la procedura ROS su uno stesso punto, presentavano una capacità di carico inalterata.

Ulteriori esami hanno riguardato le misure indicate in merito a organizzazione e qualità, in particolare

  • Descrizione delle operazioni,
  • Utilizzo di strumenti idonei,
  • Condizioni di applicazione,
  • Formazione dei collaboratori,
  • Misure di protezione dei lavoratori.

Le misure sono idonee per applicare la procedura per la riparazione dei supporti in maniera corretta e riproducibile.

Bureau Veritas

Sintesi e risultati:

A Bureau Veritas è stato chiesto di stabilire se questa procedura adempie le disposizioni vigenti e porta a risultati sicuri.

Queste sono le conclusioni e raccomandazioni di Bureau Veritas:

La procedura tecnica ROS descritta è conforme allo stato della tecnica.

La valutazione si basa sulla norma EN 15635 ed è quindi valida per tutti i Paesi europei che riconoscono tale norma.

Per i sistemi di scaffalature di solito si utilizzano acciai con elevata plasticità, adatti quindi alla formatura a freddo. Tutti gli acciai di questo tipo possono essere riparati con la procedura valutata in questa perizia. Tale metodo di riparazione si può quindi estendere a tutti i tipi di supporto costruiti con questi materiali. Dopo due processi di riparazione non sono disponibili indicazioni sull’indebolimento del materiale.

SGS

La nostra procedura è stata inoltre certificata anche da SGS, un gruppo di imprese internazionale di controlli sulle merci con sede a Ginevra, i cui servizi principali sono ispezioni, prove, servizi di certificazione e verifiche.

Relazione di convalida relativa alla procedura di riparazione ROS:

La presente relazione presenta i risultati delle riparazioni eseguite con il metodo di riparazione e lavoro di ROS. A tale proposito è stato esaminato lo stato di un supporto per scaffali in ogni fase fino alla rimessa in funzione.

Obiettivo di questo documento è dimostrare sia l’effettiva affidabilità del metodo di lavoro sia l’attendibilità dei risultati ottenuti.

Su incarico di ROS è stato condotto un esame del comportamento dei supporti per scaffali porta pallet sui quali sono state effettuate due riparazioni in seguito a deformazione di 10 mm. Tale deformazione corrisponde a un valore che la norma UNI EN 15635 “UNI EN 15635 Ortsfeste Regalsysteme aus Stahl – Anwendung und Wartung von Lagereinrichtungen” (Sistemi di scaffalature di acciaio fisse – Impiego e manutenzione delle attrezzature di stoccaggio) classifica nell’intervallo del grado di rischio rosso.

In base all’analisi dei valori ricavati empiricamente dalla prova di compressione si può confermare che dopo la riparazione il supporto testato non presenta alcuna perdita delle proprietà meccaniche.

I vostri scaffali sono sicuri e sono stati testati negli ultimi 365 giorni?

Fatevi consigliare gratuitamente da un professionista ora!